Home Schede Tecniche Nutriplus Omega: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Nutriplus Omega: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Nutriplus Omega

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Nutriplus Omega: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

Se sei un paziente, consulta anche il Foglietto Illustrativo (Bugiardino) di Nutriplus Omega

INDICE DELLA SCHEDA

Nutriplus Omega: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

Nutriplus Omega emulsione per infusione.

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

L’emulsione per infusione endovenosa pronta all’uso dopo miscelazione del contenuto dei singoli comparti contiene:

comparto superiore a sinistra (soluzione di glucosio) in 1000 mlin 1250 mlin 1875 mlin 2500 ml
Glucosio monoidrato132,0 g165,0 g247,5 g330,0 g
equivalente a glucosio anidro120,0 g150,0 g225,0 g300,0 g
Sodio diidrogeno fosfato diidrato1,872 g2,340 g3,510 g4,680 g
Zinco acetato diidrato5,26 mg6,58 mg9,87 mg13,16 mg
comparto superiore a destra (emulsione lipidica) in 1000 mlin 1250 mlin 1875 mlin 2500 ml
Trigliceridi a catena media20,0 g25,0 g37,5 g50,0 g
Olio di semi di soia raffinato16,0 g20,0 g30,0 g40,0 g
Acidi grassi Omega-34,0 g5,0 g7,5 g10,0 g
comparto inferiore (soluzione di aminoacidi) in 1000 mlin 1250 mlin 1875 mlin 2500 ml
Isoleucina2,26 g2,82 g4,23 g5,64 g
Leucina3,01 g3,76 g5,64 g7,52 g
Lisina cloridrato2,73 g3,41 g5,12 g6,82 g
equivalente a lisina2,18 g2,73 g4,10 g5,46 g
Metionina1,88 g2,35 g3,53 g4,70 g
Fenilalanina3,37 g4,21 g6,32 g8,42 g
Treonina1,74 g2,18 g3,27 g4,36 g
Triptofano0,54 g0,68 g1,02 g1,36 g
Valina2,50 g3,12 g4,68 g6,24 g
Arginina2,59 g3,24 g4,86 g6,48 g
Istidina cloridrato monoidrato1,62 g2,03 g3,05 g4,06 g
equivalente a istidina1,20 g1,50 g2,25 g3,00 g
Alanina4,66 g5,82 g8,73 g11,64 g
Acido aspartico1,44 g1,80 g2,70 g3,60 g
Acido glutammico3,37 g4,21 g6,32 g8,42 g
Glicina1,58 g1,98 g2,97 g3,96 g
Prolina3,26 g4,08 g6,12 g8,16 g
Serina2,88 g3,60 g5,40 g7,20 g
Sodio idrossido0,781 g0,976 g1,464 g1,952 g
Sodio cloruro0,402 g0,503 g0,755 g1,006 g
Sodio acetato triidrato0,222 g0,277 g0,416 g0,554 g
Potassio acetato2,747 g3,434 g5,151 g6,868 g
Magnesio acetato tetraidrato0,686 g0,858 g1,287 g1,716 g
Calcio cloruro diidrato0,470 g0,588 g0,882 g1,176 g
in 1000 mlin 1250 mlin 1875 mlin 2500 ml
Contenuto di aminoacidi [g]38487296
Contenuto di azoto [g]5,46,810,213,6
Contenuto di carboidrati [g]120150225300
Contenuto di lipidi [g]405075100
Elettroliti [mmol]
Sodio405075100
Potassio283552,570
Magnesio3,24,06,08,0
Calcio3,24,06,08,0
Zinco0,0240,030,0450,06
Cloruro364567,590
Acetato364567,590
Fosfato121522,530

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Emulsione per infusione.

Soluzioni di aminoacidi e di glucosio: soluzioni limpide, incolori fino a giallo paglierino.

Emulsione lipidica: emulsione olio in acqua bianca lattescente.

1000 mlin 1250 mlin 1875 mlin 2500 ml
Contenuto energetico in lipidi [kJ (kcal)]1590 (380)1990 (475)2985 (715)3980 (950)
Contenuto energetico in carboidrati [kJ (kcal)]2010 (480)2510 (600)3765 (900)5020 (1200)
Contenuto energetico in aminoacidi [kJ (kcal)]635 (150)800 (190)1200 (285)1600 (380)
Contenuto energetico non proteico [kJ (kcal)]3600 (860)4500 (1075)6750 (1615)9000 (2155)
Contenuto energetico totale [kJ (kcal)]4235 (1010)5300 (1265)7950 (1900)10600 (2530)
Osmolalità [mOsm/kg]1540
Osmolarità teorica [mOsm/l]1215
pH5,0 – 6,0

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Apporto di calorie ed acidi grassi essenziali inclusi gli acidi grassi omega 3 e gli acidi grassi omega 6, aminoacidi, elettroliti e liquidi durante la preparazione della nutrizione parenterale di pazienti in stato di catabolismo da moderato a grave nei casi in cui la nutrizione orale o enterale è impossibile, insufficiente o controindicata.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Posologia

Il dosaggio è adattato alle esigenze individuali dei pazienti.

Si raccomanda di somministrare Nutriplus Omega in modo continuativo. Un aumento graduale della velocità di infusione nei primi 30 minuti fino al raggiungimento della velocità di infusione desiderata permette di evitare possibili complicanze.

Adulti:

La dose massima giornaliera ammonta a 40 ml per kg di peso corporeo, corrispondente a: 1,54 g di aminoacidi per kg di peso corporeo al giorno;

4,8 g di glucosio per kg di peso corporeo al giorno; 1,6 g di lipidi per kg di peso corporeo al giorno.

La velocità massima di infusione è di 2,0 ml per kg di peso corporeo all’ora, corrispondente a: 0,08 g di aminoacidi per kg di peso corporeo all’ora;

0,24 g di glucosio per kg di peso corporeo all’ora; 0,08 g di lipidi per kg di peso corporeo all’ora.

Per un paziente del peso di 70 kg ciò corrisponde ad una velocità di infusione massima di 140 ml all’ora. La quantità di aminoacidi somministrata è quindi di 5,4 g/ora, quella di glucosio di 16,8 g/ora e quella dei lipidi di 5,6 g/ora.

Popolazione pediatrica

Nutriplus Omega è controindicato in neonati, infanti e lattanti con età inferiore ai 2 anni. (Vedere paragrafo 4.3). La sicurezza e l’efficacia nei bambini con età superiore ai 2 anni e adolescenti non sono state stabilite.

Pazienti con compromissione renale /epatica

Le dosi devono essere adattate individualmente nei pazienti con insufficienza epatica o renale. (Vedere anche paragrafo 4.4).

Durata del trattamento

Per le indicazioni stabilite, la durata del trattamento non è limitata. Durante la somministrazione a lungo termine di Nutriplus Omega è necessario fornire al paziente un appropriato apporto di oligoelementi e vitamine.

Modo di somministrazione

Uso endovenoso. Solo per infusione venosa centrale.

04.3 Controindicazioni

Indice

ipersensibilità ai principi attivi, all’uovo, al pesce alle proteine di arachidi e soia o a qualsiasi degli eccipienti elencati nel paragrafo 6.1;

disturbi congeniti del metabolismo degli aminoacidi;

iperlipidemia grave;

iperglicemia non rispondente a dosi di insulina fino a 6 unità di insulina/ora;

acidosi;

colestasi intraepatica;

grave insufficienza epatica;

grave insufficienza renale senza ricorso a emofiltrazione o dialisi;

diatesi emorragica ingravescente;

eventi tromboembolici acuti, embolia lipidica;

In considerazione della sua composizione, Nutriplus Omega non deve essere somministrato ai neonati, ai lattanti e ai bambini al di sotto dei 2 anni di età.

Controindicazioni generali all’impiego della nutrizione parenterale includono:

stato emodinamico instabile, con imminente pericolo di vita (condizioni di collasso e shock);

fasi acute, infarto cardiaco e ictus;

condizione metabolica instabile ( per esempio sindrome da post aggressione grave, coma di origine sconosciuta)

inadeguato apporto di ossigeno cellulare;

disturbi dell’equilibrio idroelettrolitico;

edema polmonare acuto;

insufficienza cardiaca scompensata.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

E’ necessario esercitare cautela nei casi di aumentata osmolarità plasmatica.

Disturbi dell’equilibrio idroelettrolitico o acido-base, devono essere corretti prima di iniziare l’infusione. Un’infusione troppo rapida può determinare un sovraccarico di liquidi con conseguenti concentrazioni patologiche di elettroliti, iperidratazione ed edema polmonare.

L’infusione deve essere interrotta immediatamente in caso di insorgenza di qualsiasi segno o sintomo di reazione anafilattica (come febbre, brividi, rash o dispnea).

La concentrazione sierica dei trigliceridi deve essere monitorata durante l’infusione di Nutriplus omega.

In relazione alle condizioni metaboliche del paziente, occasionalmente può verificarsi ipertrigliceridemia. Se durante la somministrazione di lipidi la concentrazione plasmatica dei trigliceridi dovesse aumentare oltre 3 mmol/l, si raccomanda di ridurre la velocità di infusione. Nel caso in cui la concentrazione plasmatica di trigliceridi rimane superiore a 3 mmol/l, l’infusione deve essere interrotta fino alla normalizzazione del livello plasmatico dei trigliceridi.

Come tutte le soluzioni contenenti carboidrati, la somministrazione di Nutriplus Omega può portare ad iperglicemia. E’ necessario pertanto monitorare il livello di glucosio nel sangue. In presenza di iperglicemia, la velocità di infusione deve essere ridotta oppure si deve somministrare insulina. Se si sta somministrando al paziente in concomitanza una soluzione di glucosio endovenosa, la quantità di glucosio somministrata in aggiunta deve essere presa in considerazione.

Un’interruzione dell’infusione è indicata nel caso di innalzamenti della concentrazione ematica di glucosio superiori a 14 mmol/l (250 mg/dl) durante la somministrazione.

L’infusione endovenosa di aminoacidi è accompagnata da un’aumentata escrezione urinaria di oligoelementi, specialmente rame e, in particolare, zinco. Questo deve essere tenuto in considerazione ai fini del dosaggio degli oligoelementi, specialmente durante la nutrizione endovenosa a lungo termine.

La rialimentazione o alimentazione di pazienti mal nutriti o nutriti può causare ipokaliemia e ipofosfatemia, ipomagnesemia. E’ necessaria un’ulteriore aggiunta di elettroliti in base alla deviazione dai valori normali.

Nutriplus Omega non deve essere somministrato contemporaneamente al sangue attraverso lo stesso set infusionale, a causa del rischio di fenomeni di pseudoagglutinazione.

E’ necessario controllare i livelli degli elettroliti sierici, il bilancio idrico ed acido-base e – in caso di somministrazione a lungo termine – la conta delle cellule ematiche, lo stato della coagulazione e la funzione epatica.

Può rendersi necessaria, al bisogno, la sostituzione di elettroliti, vitamine ed oligoelementi.

Poichè Nutriplus Omega contiene zinco e magnesio, è necessaria cautela in caso di co-somministrazione di soluzioni contenenti questi elementi.

Come per tutte le soluzioni endovenose, sono necessarie rigorose precauzioni asettiche per l’infusione di Nutriplus Omega.

Nutriplus Omega è una preparazione con una composizione complessa. E’ pertanto fortemente sconsigliata l’aggiunta di altre soluzioni. (di cui non è ancora dimostrata la compatibilità – vedere paragrafo 6.2).

Popolazione pediatrica

Non vi è ancora esperienza clinica sull’uso di Nutriplus Omega nei bambini e negli adolescenti. Pazienti Anziani

E’ necessario lo stesso dosaggio degli adulti ma deve essere posta cautela nei pazienti che soffrono di malattie come insufficienza cardiaca o renale e che sono frequentemente associate all’età avanzata.

Pazienti con diabete mellito, con funzione cardiaca o renale compromessa

Come tutte le soluzioni per infusione a largo volume, Nutriplus Omega deve essere somministrato con cautela nei pazienti con funzione cardiaca o renale compromessa.

C’è solo una limitata esperienza dell’uso di Nutriplus Omega nei pazienti con diabete mellito o compromissione renale.

Pazienti con metabolismo lipidico compromesso

Nutriplus Omega deve essere somministrato con cautela nei pazienti con patologie del metabolismo lipidico, come ad es. nell’insufficienza renale, diabete mellito, pancreatite, funzionalità epatica compromessa, ipotiroidismo (associato a ipertrigliceridemia) e sepsi. Se Nutriplus Omega viene somministrato a pazienti che presentano le suddette condizioni, è necessario uno stretto monitoraggio dei livelli sierici dei trigliceridi.

Anche la presenza di ipertrigliceridemia a 12 ore dalla somministrazione di lipidi è indicativa di una patologia del metabolismo lipidico.

Avvertenze speciali/precauzioni riguardanti gli eccipienti

La vitamina E (α-tocoferolo) può interferire con l’effetto della vitamina K nella sintesi dei fattori della coagulazione. Questo aspetto deve essere tenuto in considerazione nei pazienti con patologie della coagulazione ematica o sospetta carenza di vitamina K e in pazienti trattati con anticoagulanti cumarinici.

Interferenza con analisi di laboratorio

Il contenuto lipidico può interferire con i risultati di alcune analisi di laboratorio (per es. bilirubina, lattato deidrogenasi, saturazione dell’ossigeno), se il campione di sangue viene prelevato prima dell’eliminazione dei lipidi dal circolo ematico.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Alcuni farmaci, come l’insulina, possono interferire con il sistema delle lipasi dell’organismo. Questo tipo di interazione sembra, tuttavia, di limitata rilevanza clinica.

L’eparina somministrata in dosi cliniche induce un temporaneo rilascio nella circolazione della lipoproteina lipasi. Questo può causare un aumento iniziale della lipolisi plasmatica, seguito da una riduzione temporanea della clearance dei trigliceridi.

L’olio di soia possiede un contenuto naturale di vitamina K1. Ciò può interferire con l’effetto terapeutico dei derivati cumarinici, che devono essere controllati attentamente nei pazienti trattati con tali farmaci.

Le soluzioni contenenti potassio, come Nutriplus Omega, devono essere utilizzate con cautela nei pazienti che ricevono farmaci che aumentano le concentrazioni sieriche di potassio per es. diuretici risparmiatori di potassio, (triamterene, amiloride, spironolattone), ACE inibitori, (per es. captopril, enalapril), antagonisti dei recettori dell’angiotensina II ( per es. losartan, valsartan), ciclosporina e tacrolimus.

Corticosteroidi e ACTH sono associati alla rintenzione dei liquidi e del sodio.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Gravidanza

Non esistono dati o esistono dati limitati sull’uso di Nutriplus Omega nelle donne in gravidanza. Studi su animali condotti con un’emulsione lipidica contenente una doppia quantità di acidi trigliceridi e corrispondente ad una quantità inferiore di trigliceridi a catena lunga in confronto a Nutrispecial Omega non mostrano effetti diretti o indiretti rischiosi sulla tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3).

La nutrizione parenterale può diventare necessaria durante la gravidanza. Nutriplus Omega deve essere utilizzato nelle donne in gravidanza solo dopo un’attenta valutazione.

Allattamento

I componenti/metaboliti di Nutriplus Omega sono escreti nel latte materno ma a dosi terapeutiche non sono evidenziati effetti sui neonati/infanti allattati al seno. Tuttavia l’allattamento al seno non è raccomandato alle madri in nutrizione parenterale.

Fertilità

Non esistono dati disponibili.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Non pertinente.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Il seguente elenco comprende una serie di reazioni sistemiche che possono essere associate all’uso di Nutriplus Omega. In condizioni di utilizzo corretto, in termini di monitoraggio del dosaggio, rispetto delle istruzioni e delle misure di sicurezza, la maggior parte di tali reazioni si verifica raramente (≥ 1/10.000,

<1/1.000).

Gli effetti indesiderati sono elencati secondo la loro frequenza come segue: Molto comune (≥ 1/10)

Comune (da ≥ 1/100 a < 1/10)

Non comune (da ≥ 1/1.000, a < 1/100) Raro (da ≥ 1/10.000, a < 1/1.000) Molto raro (< 1/10.000)

Non noto ( la frequenza non può essere definita sulla dei dati disponibili).

Patologie del sistema emolinfopoietico

Raro: Ipercoagulazione

Disturbi del sistema immunitario

Raro: Reazioni allergiche (per es. reazioni anafilattiche, eruzioni cutanee, edema laringeo, orale e facciale)

Disturbi del metabolismo e della nutrizione

Molto raro: Iperlipidemia, iperglicemia, acidosi metabolica, chetoacidosi

La frequenza di questi effetti indesiderati è dose-dipendente e può essere superiore in condizioni di sovraccarico lipidico assoluto o relativo.

Patologie del sistema nervoso

Raro: Cefalea, sonnolenza

Patologie vascolari

Raro: Ipertensione o ipotensione, vampate

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche

Raro : Dispnea, cianosi

Patologie gastrointestinali

Non comune : Nausea, vomito, perdita di appetito

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Raro: Eritema, sudorazione

Patologie del tessuto connettivo e muscolo scheletrico

Raro Dolori alla schiena, dolore osseo, dolore toracico e lombare

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Raro: Elevata temperatura corporea, sensazione di freddo, brividi,

Molto raro: Sindrome da sovraccarico di grassi (per i dettagli vedere paragrafo sotto).

Se durante l’infusione si verificano reazioni avverse o il livello di trigliceridi aumenta oltre 3 mmol/l, l’infusione deve essere interrotta o, se necessario, continuata ad un dosaggio ridotto.

Se si ri-inizia con l’infusione, il paziente deve essere attentamente monitorato, specialmente all’inizio del trattamento, ed i trigliceridi sierici devono essere determinati a brevi intervalli di tempo.

Informazione su effetti indesiderati particolari

Nausea, vomito, mancanza di appetito ed iperglicemia sono sintomi spesso correlati alle condizioni che prevedono la nutrizione parenterale o possono essere associati alla nutrizione parenterale.

Sindrome da sovraccarico di grassi

La ridotta capacità di eliminare i trigliceridi può portare alla “sindrome da sovraccarico di grassi”, che può essere causata da sovradosaggio. Devono quindi essere monitorati eventuali segni di sovraccarico metabolico. La causa può essere genetica (alterazioni individuali del metabolismo), oppure il metabolismo

dei grassi può essere alterato da patologie in corso o precedenti. Questa sindrome può manifestarsi anche durante una grave ipertrigliceridemia, anche alla velocità di infusione raccomandata, ed in associazione ad un cambio improvviso delle condizioni cliniche del paziente, come compromissione della funzione renale o infezione. La sindrome da sovraccarico di grassi è caratterizzata da iperlipidemia, febbre, infiltrazione grassa, epatomegalia con o senza ittero, splenomegalia, anemia, leucopenia, trombocitopenia, patologia della coagulazione, emolisi e reticolocitosi, alterazione dei test di funzionalità epatica e coma. I sintomi sono solitamente reversibili con la sospensione dell’infusione dell’emulsione lipidica.

Qualora si manifestino segni di una sindrome da sovraccarico di grassi, l’infusione di Nutriplus Omega deve essere immediatamente interrotta.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette.

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Sintomi da sovradosaggio idro-elettrolitico

Iperidratazione ipertonica, squilibrio elettrolitico ed edema polmonare.

Sintomi da sovradosaggio di aminoacidi

Perdite renali di aminoacidi con conseguente squilibrio aminoacidico, malessere, vomito e tremore.

Sintomi da sovradosaggio di glucosio

Iperglicemia, glicosuria, disidratazione, iperosmolalità, coma iperglicemico ed iperosmolare.

Sintomi da sovradosaggio lipidico

Vedere paragrafo 4.8.

Trattamento

In caso di sovradosaggio è indicata l’immediata interruzione dell’infusione. Ulteriori misure terapeutiche dipendono dai sintomi specifici e dalla loro gravità. Nel caso sia indicata la ripresa dell’infusione una volta attenuata la sintomatologia, si raccomanda di aumentare gradualmente la velocità di infusione e di effettuare frequenti monitoraggi ad intervalli regolari.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica: Soluzione per nutrizione parenterale, associazione. Codice ATC: B05BA10

Meccanismo d’azione

Lo scopo della nutrizione parenterale è quello di fornire tutti i nutrienti necessari per la crescita e la rigenerazione dei tessuti così come quello di mantenere l’energia necessaria per tutte le funzioni corporee.

Sotto questo aspetto gli aminoacidi sono particolarmente importanti poichè alcuni rappresentano componenti essenziali per la sintesi proteica. La somministrazione simultanea di fonti energetiche (carboidrati/lipidi) è necessaria per evitare un utilizzo energetico errato degli aminoacidi fornendo nello stesso tempo l’apporto energetico necessario per gli ulteriori processi che comportano un dispendio di energia.

Il glucosio viene metabolizzato in tutti i tessuti dell’organismo. Alcuni tessuti ed organi, come il Sistema Nervoso Centrale, il midollo osseo, gli eritrociti, l’epitelio tubulare, traggono il loro fabbisogno energetico esclusivamente dal glucosio. Inoltre, il glucosio agisce come elemento di base strutturale per diverse sostanze cellulari.

Grazie alla loro elevata densità energetica, i lipidi rappresentano un’efficiente forma di approvvigionamento di energia. I trigliceridi a catena lunga forniscono all’organismo gli acidi grassi essenziali per la sintesi dei componenti cellulari e prostaglandine. A tali scopi, l’emulsione lipidica contiene trigliceridi a catena media e lunga (derivati dall’olio di semi di soia e dall’olio di pesce).

La frazione di trigliceridi a catena lunga contiene trigliceridi omega-6 e omega-3 per l’apporto di acidi grassi polinsaturi. Questi vengono primariamente impiegati per la prevenzione ed il trattamento della carenza di acidi grassi essenziali, ma anche come fonte di calorie. Nutriplus Omega contiene acidi grassi essenziali omega-6, principalmente in forma di acido linoleico, ed acidi grassi omega-3 in forma di acido alfa-

linolenico, acido eicosapentaenoico e acido docosaesaenoico. Il rapporto di acidi grassi omega-6/omega-3 in Nutriplus Omega è approssimativamente di 3:1.

I trigliceridi a catena media vengono idrolizzati più rapidamente, eliminati dalla circolazione e completamente ossidati rispetto ai trigliceridi a catena lunga. Essi costituiscono un substrato energetico privilegiato, in particolare quando vi sia un disturbo nella degradazione e/o nell’utilizzo dei trigliceridi a catena lunga, per es. nei casi di carenza della lipoproteina lipasi e/o di carenza dei cofattori della lipoproteina lipasi.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Assorbimento

Nutriplus Omega viene infuso per via endovenosa. Conseguentemente tutti i substrati sono immediatamente disponibili per la metabolizzazione.

Distribuzione

La dose, la velocità di infusione, lo stato metabolico e condizioni individuali del paziente (livello di digiuno) rappresentano fattori di importanza decisiva per il raggiungimento delle concentrazioni massime di trigliceridi. Se vengono correttamente osservate le istruzioni per l’uso del prodotto, con particolare riguardo per il regime posologico, le concentrazioni di trigliceridi non superano di norma 3 mmol/l.

Quando vengono seguite le linee guida sul dosaggio, gli acidi grassi a catena media e a catena lunga si legano pressocchè completamente all’albumina plasmatica.

Pertanto, in osservanza delle linee guida sul dosaggio, gli acidi grassi a catena media e a catena lunga non superano la barriera ematoencefalica e, quindi, non passano nel liquido cerebrospinale.

Gli aminoacidi sono incorporati in una varietà di proteine nei vari organi del corpo. Inoltre ogni aminoacido è mantenuto come aminoacido libero nel sangue e all’interno delle cellule.

Poiché il glucosio è idrosolubile è distribuito tramite il sangue in tutto il corpo. All’inizio la soluzione di glucosio è distribuita nei vasi e viene assorbita nello spazio intracellulare.

Non sono disponibili dati riguardo il superamento della barriera placentare.

Biotrasformazione

Gli aminoacidi, che non sono coinvolti nella sintesi proteica, vengono metabolizzati come segue . Il gruppo aminico viene separato dallo scheletro di carbonio per transaminazione. La catena di carbonio viene ossidata direttamente a CO2 oppure utilizzata come substrato per la gluconeogenesi nel fegato. Il gruppo aminico viene inoltre metabolizzato ad urea nel fegato.

Il glucosio viene metabolizzato a CO2 e H2O attraverso le note vie metaboliche. Una parte del glucosio viene utilizzata per la sintesi lipidica.

Dopo l’infusione i trigliceridi sono idrolizzati ad acidi grassi e glicerolo. Entrambi sono assorbiti attraverso le vie fisiologiche per la produzione di energia, per la sintesi delle molecole, per la gluconeogenesi e per la resintesi dei lipidi.

In dettaglio gli acidi grassi polinsaturi omega-3 a catena lunga sostituiscono l’acido arachidonico come substrato eicosenoico nelle membrane delle cellule e fanno diminuire la produzione di eicosanoidi e citochine agenti infiammatori nel corpo. Questo può essere di beneficio nei pazienti che rischiano di sviluppare uno stato iperinfiammatorio e sepsi.

Eliminazione

Solo una piccola quantità di aminoacidi è escreta immodificata nell’urina.

Il glucosio in eccesso è escreto nell’urina solo se raggiunta la soglia renale del glucosio.

Sia i trigliceridi dell’olio di semi di soia che i trigliceridi a catena media sono completamente metabolizzati a CO2 e H2O. Piccole quantità di lipidi sono perse solo durante il ricambio cellulare della pelle e delle altre membrane epiteliali. In pratica l’escrezione renale non si verifica

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Studi preclinici, inclusi studi di sicurezza farmacologica e di tossicità riproduttiva, condotti con un’emulsione lipidica contenente una quantità doppia di acidi grassi omega-3 ed una quantità corrispondentemente inferiore di trigliceridi a catena lunga non hanno mostrato effetti diversi da quelli attesi in seguito a somministrazione di elevate dosi di lipidi.

Non sono attesi effetti tossici delle miscele di nutrienti somministrate come terapia sostitutiva ai dosaggi raccomandati.

I fitoestrogeni, come il ß–sitosterolo, possono essere presenti in diversi olii vegetali, specialmente nell’olio di semi di soia. E’stata osservata nei ratti e nei conigli la riduzione della fertilità dopo la somministrazione di ß- sitosterolo per via sottocutanea e intravaginale. Dopo la somministrazione di ß-sitosterolo puro è stata registrata una diminuzione del peso testicolare e una riduzione della concentrazione spermatica nei ratti maschi e un’inferiore incidenza di gravidanze nei conigli femmina. Comunque allo stato attuale della conoscenza, gli effetti osservati nell’animale non sembrano essere di alcuna rilevanza per l’uso clinico.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Acido citrico monoidrato (per la correzione del pH) Lecitina d’uovo;

Glicerolo; Sodio oleato;

all-rac--tocoferolo;

Sodio idrossido (per la correzione del pH); Acqua per preparazioni iniettabili.

06.2 Incompatibilità

Indice

Nutriplus Omega può essere miscelato soltanto con altri medicinali per i quali è stata documentata la compatibilità.

I dati di compatibilità per i diversi additivi (ad es elettroliti, oligoelementi, vitamine) e il corrispondente periodo di validità di tali additivi possono essere forniti su richiesta del produttore.

06.3 Periodo di validità

Indice

Chiuso:

2 anni.

dopo la rimozione del sovra imballaggio protettivo e la miscelazione del contenuto della sacca:

La stabilità chimico-fisica in uso dopo la miscelazione del contenuto è stata dimostrata per 7 giorni a 2-8°C. Dopo la rimozione dal frigorifero la sacca è stabile per 48 ore a 25°C.

dopo l’aggiunta di additivi compatibili

Da un punto di vista microbiologico, il prodotto deve essere utilizzato immediatamente dopo l’aggiunta di additivi. Se non utilizzato immediatamente dopo l’aggiunta di addiitvi, i tempi di stoccaggio e le condizioni prima dell’uso sono responsabilità dell’utilizzatore.

dopo la prima apertura (foratura del port di infusione):

L’emulsione deve essere utilizzata immediatamente dopo l’apertura del contenitore.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Conservare a temperatura non superiore ai 25°C.

Non congelare. In caso di congelamento accidentale, la sacca deve essere eliminata. Conservare le sacche nella confezione esterna, per proteggerle dalla luce.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Nutriplus Omega è fornito in sacche multicomparto flessibili di poliammide/polipropilene contenenti:

1250 ml (500 ml di soluzione di aminoacidi + 250 ml di emulsione lipidica + 500 ml di soluzione di glucosio);

1875 ml (750 ml di soluzione di aminoacidi + 375 ml di emulsione lipidica + 750 ml di soluzione di glucosio);

2500 ml (1000 ml di soluzione di aminoacidi + 500 ml di emulsione lipidica + 1000 ml di soluzione di glucosio).

La sacca multi comparti è confezionata in un sovraimballaggio protettivo. Un assorbitore di ossigeno è posto tra la sacca e il sovraimballaggio; la bustina di materiale inerte contiene ferro in polvere.

I due comparti superiori si collegano con il comparto inferiore aprendo la saldatura intermedia (peal seal).

La conformazione della sacca permette la miscelazione di aminoacidi, glucosio, lipidi ed elettroliti in un solo comparto. L’apertura della saldatura permette la formazione, tramite miscelazione dei componenti, di un’emulsione in condizioni di sterilità.

I diversi volumi sono forniti in cartoni contenenti cinque sacche. Confezioni: 5×1250 ml, 5×1875 ml e 5×2500 ml.

E’ possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Non ci sono requisiti particolari per lo smaltimento.

Preparazione dell’emulsione miscelata:

Rimuovere la sacca interna dal suo sovraimballaggio protettivo e procedere come segue:

posizionare la sacca su una superficie piana solida;

miscelare il glucosio con gli aminoacidi premendo il comparto superiore a sinistra contro la saldatura, poi aggiungere l’emulsione di lipidi premendo il comparto superiore a destra contro la saldatura.

miscelare accuratamente il contenuto dei comparti della sacca.

Preparazione dell’infusione:

piegare la sacca ed appenderla sulla piantana per l’infusione tramite l’anello centrale;

rimuovere la capsula di protezione dal port di infusione e procedere all’infusione tramite la tecnica standard.

La miscela appare come un’emulsione olio in acqua di aspetto bianco lattescente ed omogenea.

Utilizzare solo le sacche integre e nelle quali le soluzioni di aminoacidi e glucosio sono limpide e incolori fino a giallo paglierino. Non utilizzare le sacche che presentano una decolorazione o una visibile separazione della fase (gocce d’olio) nel comparto contenente l’emulsione lipidica.

Nutriplus Omega è fornita in contenitori monodose. Contenitore e residui non utilizzati devono essere eliminati dopo l’uso.

Non ricollegare i contenitori parzialmente utilizzati.

L’emulsione deve essere sempre portata a temperatura ambiente prima dell’infusione. Se vengono utilizzati dei filtri, questi devono essere permeabili ai lipidi.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

B. Braun Melsungen AG Carl-Braun-Straße 1 34212 Melsungen Germania

Indirizzo postale:

B. Braun Melsungen AG

34209 Melsungen , Germania

Tel: +49-5661-71-0

Fax: +49-5661-71-4567

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

Emulsione per infusione 5 sacche a tre comparti 1250 ml A.I.C. 040416012; Emulsione per infusione 5 sacche a tre comparti 1875 ml A.I.C. 040416024; Emulsione per infusione 5 sacche a tre comparti 2500 ml A.I.C. 040416036.

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

07/06/2011 // —

10.0 Data di revisione del testo

Indice

09/07/2015

PRESCRIVIBILITÀ ED INFORMAZIONI PARTICOLARI

Torna all’indice

Nutriplus omega – Inf 5 Sa 1875 ml (Glucosio (destrosio) Monoidrato+trigliceridi A Catena Media+olio Di Soia+acidi Grassi Omega-3+poliaminoacidi+e)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta Non Ripetibile Limitativa Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: B05BA10 AIC: 040416024 Prezzo: 688,35 Ditta: B.braun Milano Spa


Nutriplus omega – Inf 5 Sa 2500 ml (Glucosio (destrosio) Monoidrato+trigliceridi A Catena Media+olio Di Soia+acidi Grassi Omega-3+poliaminoacidi+e)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta Non Ripetibile Limitativa Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: B05BA10 AIC: 040416036 Prezzo: 769,34 Ditta: B.braun Milano Spa


Nutriplus omega – Inf 5 Sa 1250 ml (Glucosio (destrosio) Monoidrato+trigliceridi A Catena Media+olio Di Soia+acidi Grassi Omega-3+poliaminoacidi+e)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta Non Ripetibile Limitativa Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: B05BA10 AIC: 040416012 Prezzo: 607,38 Ditta: B.braun Milano Spa


FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983