Teysuno: effetti collaterali e controindicazioni

Teysuno 15 mg/4,35 mg/11,8 mg capsule rigide (Tegafur + Gimeracil + Oteracil Monopotassico) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Teysuno è indicato negli adulti per il trattamento del carcinoma gastrico avanzato quando somministrato in associazione con cisplatino (vedere paragrafo 5.1).

Teysuno 15 mg/4,35 mg/11,8 mg capsule rigide: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Teysuno 15 mg/4,35 mg/11,8 mg capsule rigide ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Teysuno 15 mg/4,35 mg/11,8 mg capsule rigide, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Teysuno 15 mg/4,35 mg/11,8 mg capsule rigide: controindicazioni

Ipersensibilità ai principi attivi (tegafur, gimeracil e oteracil) o ad uno qualsiasi degli eccipienti (elencati al paragrafo 6.1).

Storia di reazioni gravi e inaspettate alla terapia con fluoropirimidine.

Carenza nota di diidropirimidina deidrogenasi (DPD).

Teysuno 15 mg/4,35 mg/11,8 mg capsule rigide: effetti collaterali

Riassunto del profilo di sicurezza

Pubblicità

Il profilo di sicurezza complessivo di Teysuno in associazione con cisplatino si basa principalmente sui dati di studi clinici condotti su 593 pazienti affetti da tumore gastrico e trattati con questo regime. Inoltre, c’è l’esperienza post-marketing su oltre 866.000 pazienti asiatici (principalmente giapponesi).

Tra i 593 pazienti trattati con Teysuno in associazione con cisplatino, gli effetti indesiderati gravi più comuni (di Grado 3 o ? 3 con frequenza di almeno il 10%) erano neutropenia, anemia e affaticamento.

Tabella delle reazioni avverse

Le seguenti intestazioni sono usate per classificare le reazioni avverse in base alla frequenza : molto comune (? 1/10), comune (? 1/100, < 1/10), non comune (? 1/1.000, < 1/100), raro (? 1/10.000,

< 1/1.000) molto raro (< 1/10.000), e non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili). I dati di frequenza delle reazioni avverse molto comuni, comuni e non comuni provengono dai 593 pazienti trattati con Teysuno in associazione con cisplatino in studi clinici. I dati di frequenza delle reazioni avverse rare e molto rare rilevanti da un punto di vista medico sono stimate dal monitoraggio post-marketing di 866.000 pazienti in Asia (prevalentemente giapponesi), trattati con una terapia a base di Teysuno. Ciascun termine è indicato solo nella categoria in cui è più comune ed entro ogni gruppo di frequenze gli effetti indesiderati sono presentati in ordine di gravità decrescente.

Tabella 7: indesiderati Reazioni avverse riportate in ordine decrescente di gravità in ciascun gruppo di frequenza

Classificazione per Sistemi e Organia Molto comune Comune Non comune Raro/molto raro
Infezioni ed infestazioni Sepsi neutropenica, shock settico, sepsi, infezione, infezione polmonare, batteriemia, infezione delle vie respiratorie, infezione delle vie respiratorie superiori, pielonefrite acuta, infezione delle vie urinarie, faringite, nasofaringite, rinite, infezione dentaria, candidiasi, herpes orale, paronichia, foruncolo. Riattivazione dell’epatite B
Tumori benigni, maligni e non specificati (cisti e polipi compresi) Emorragia di tumore, dolore da cancro
Patologie del sistema emolinfopoietic o Neutropenia, leucopenia, anemia, trombocitope nia Neutropenia febbrile, linfopenia Pancitopenia, tempo di protrombina prolungato, Rapporto Internazionale Normalizzato aumentato, ipoprotrombinemia, tempo di protrombina ridotto, granulocitosi, leucocitosi, eosinofilia, linfocitosi, conta dei monociti diminuita, conta dei monociti aumentata, trombocitemia Coagulazione intravasale disseminata
Disturbi del sistema immunitario Ipersensibilità
Patologie endocrine Emorragia surrenalica
Disturbi del metabolismo e della nutrizione Anoressia Disidratazione, ipokaliemia, iponatremia, ipocalcemia, ipomagnesiemia, ipoalbuminemia, iperkaliemia Iperglicemia, fosfatasi alcalina ematica aumentata, latticodeidrogenasi ematica aumentata, ipofosfatemia, ipermagnesiemia, gotta, ipoproteinemia, iperglobulinemia, iperlipidemia, introito orale ridotto
Disturbi psichiatrici Insonnia Stato confusionale, irrequietezza, disturbo della personalità, allucinazione, depressione, ansia, diminuzione della libido, inibizione sessuale
Patologie del sistema nervoso Neuropatia periferica Capogiro, mal di testa, disgeusia Accidente cerebrovascolare, infarto cerebellare, disturbo cerebrovascolare, convulsione, ictus ischemico, sincope, emiparesi, afasia, atassia, encefalopatia metabolica, perdita di coscienza, neurite acustica, compromissione della memoria, disturbi dell’equilibrio, sonnolenza, tremore, ageusia, parosmia, sensazione di bruciore, formicolio Leucoencefalopa tia, anosmia
Patologie dell’occhio Disturbo della visione, affezione lacrimale, congiuntivite, disturbo corneale b Allergia oculare, ptosi della palpebra, eritema della palpebra
Classificazione per Sistemi e Organia Molto comune Comune Non comune Raro/molto raro
Patologie dell’orecchio e del labirinto Compromissione dell’udito, sordità Vertigine, congestione auricolare, fastidio auricolare
Patologie cardiache Insufficienza cardiaca, infarto miocardico acuto, versamento pericardico, fibrillazione atriale, angina pectoris, fibrillazione cardiaca, tachicardia, palpitazioni
Patologie vascolari Ipotensione, trombosi venosa profonda, ipertensione Trombosi dell’arteria iliaca, shock ipovolemico, trombosi arteriosa di un arto, trombosi, rossore, trombosi venosa pelvica, tromboflebite, flebite, flebite superficiale, ipotensione ortostatica, ematoma, iperemia, vampate di calore
Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche Dispnea, epistassi, singhiozzo, tosse Embolia polmonare, emorragia delle vie respiratorie, dispnea da esercizio fisico, dolore faringolaringeo, rinorrea, eritema della faringe, rinite allergica, disfonia, tosse produttiva, congestione nasale Malattia polmonare interstiziale
Patologie gastrointestinali Diarrea, vomito, nausea, stipsi Emorragia gastrointestinale, stomatite, infiammazione gastrointestinale flatulenza, dolore addominale, disfagia, fastidio addominale, dispepsia, bocca secca Perforazione gastrointestinale, esofagite, infezione gastrointestinale, ileo, ostruzione gastrointestinale, ascite, edema delle labbra, spasmo esofageo, ulcera gastrica, malattia da reflusso gastroesofageo, gastrite da reflusso, fibrosi retroperitoneale, adisturbo gastrointestinale, emorragia anale, emorroidi, ipersecrezione salivare, conati di vomito, patologia delle ghiandole salivari, cheilite, aerofagia, eruttazione, glossodinia,, dolore orale, denti fragili Pancreatite acuta
Patologie epatobiliari Iperbilirubinemia, aumento dell’alanina aminotransferasi, aumento dell’aspartato aminotransferasi Prova di funzionalità epatica anormale, aumento della gamma glutamiltransferasi Insufficienza epatica acuta
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo Eritrodisestesia palmo-plantare, eruzione cutanea, iperpigmentazione cutanea, cute secca, prurito alopecia Eruzioni esfoliative, esfoliazione della cute, eritema necrolitico migrante , vescicola ematica , dermatite allergica, reazione cutanea, dermatite acneiforme, eritema, tendenza all’ecchimosi aumentata, porpora, iperidrosi, sudorazione notturna, atrofia ungueale, disturbo della pigmentazione, colorazione anormale della pelle, ipertricosi Necrolisi tossica epidermica, Sindrome di Stevens-Johnson
, reazione da fotosensibilità, unghie disturbi ungueali
Patologie del sistema muscoloscheletr ico e del tessuto connettivo Dolore muscoloscheletrico Spasmi muscolari, artralgia, dolore a un arto, dolore dorsale dolore al collo, dolore alle ossa, tumefazione articolare, fastidio agli arti, tensione muscolare debolezza muscolare Rabdomiolisi
Patologie renali e urinarie Insufficienza renale, creatinina ematica aumentata, velocità di filtrazione glomerulare diminuita, urea ematica aumentata Nefropatia tossica, oliguria, ematuria, compromissione renale, pollachiuria, creatina ematica aumentata, creatinina ematica diminuita
Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella Disfunzione erettile, dolorabilità mammaria, dolore del capezzolo
Classificazione per Sistemi e Organia Molto comune Comune Non comune Raro/molto raro
Patologie generali e condizioni relative alla sede di somministrazio ne Stanchezza, astenia Infiammazione della mucosa, piressia, peso diminuito, edema periferico, brividi Insufficienza multi-organo, performance status diminuito, dolore, edema, dolore toracico, fastidio al torace, edema generalizzato, edema della faccia, tumefazione locale, edema localizzato, peso aumentato, sazietà precoce, sensazione di freddo reazione in sede di iniezione (dovuta al cisplatino), malessere
Traumatismi, intossicazioni e complicazioni da procedura Contusione, errore terapeutico
aLe reazioni avverse riportate negli studi sono state riallocate alla classe clinicamente appropriata, in base all’organo bersaglio della classificazione per sistemi ed organi (SOC).
Diversi termini preferiti MedDRA considerati clinicamente simili, sono stati raggruppati in un unico termine.
b incl.
difetto dell’epitelio corneale, erosione corneale, lesione corneale, opacità corneale, perforazione corneale, cheratite, cheratite puntata, cheratite ulcerativa, Carenza di cellule staminali limbiari, riduzione dell’acutezza visiva, compromissione della visione, visione offuscata.

Altri studi clinici con Teysuno in associazione con cisplatino

Sebbene studi con Teysuno in associazione con cisplatino condotti in Giappone utilizzassero dosi e schemi di somministrazione che erano diversi da questo regime, il profilo di sicurezza ottenuto era simile, con tossicità ematologica, gastrointestinale, affaticamento e anoressia come più comuni.

Esperienza di monitoraggio post-marketing in pazienti con carcinoma gastrico

In uno studio post-marketing condotto in Giappone il profilo di sicurezza in 4.177 pazienti trattati con Teysuno per tumore gastrico in stadio avanzato, era generalmente simile a quanto osservato sia in associazione con il cisplatino che in studi registrati condotti in Giappone (per esempio le tossicità principali erano leucocitopenia, anoressia e nausea/vomito)

Descrizione di reazioni avverse selezionate

Pubblicità

Tossicità oculare

I termini per le tossicità oculari correlate al trattamento sono stati raggruppati nel modo seguente. Il solo effetto indesiderato di Grado 3 o maggiore era la ridotta acuità visiva.

I disturbi visivi includono reazioni avverse quali visione offuscata, diplopia, fotopsia, ridotta acuità visiva e cecità;

I disturbi della lacrimazione includono reazioni avverse quali aumento della lacrimazione, secchezza dell’occhio e dacriostenosi acquisita;

I disturbi dell’occhio includono reazioni avverse quali prurito oculare, iperemia oculare, irritazione dell’occhio, disturbi dell’occhio e sensazione di corpo estraneo nell’occhio.

Neuropatia

Neuropatia periferica e centrale è stata riportata in pazienti trattati con Teysuno in associazione con cisplatino. Il termine neuropatia periferica include le reazioni avverse di seguito riportate: neuropatia sensoriale periferica, parestesia, ipoestesia, neuropatia periferica, polineuropatia, neurotossicità e disestesia.

Popolazioni speciali

Anziani (vedere paragrafo 4.2)

Dal confronto della sicurezza in 71 pazienti di età ? 70 anni (anziani) e 450 pazienti di età < 70 anni trattati con Teysuno in associazione con cisplatino nello studio FLAGS, l’incidenza di tutte le reazioni avverse di Grado ? 3 (62% contro 52%), di tutte le reazioni avverse gravi (30% contro 19%) e il tasso di sospensione anticipata dovuta a reazioni avverse (21% contro 12%) sembravano più alti tra i pazienti anziani. Una analisi di farmacocinetica di popolazione ha dimostrato che anche l’esposizione a 5-FU tendeva ad aumentare con l’età, ma l’entità dell’aumento era entro il range di variabilità individuale. Questi cambiamenti legati all’età erano correlati ai cambiamenti della funzionalità renale come misurato dalla clearance della creatinina (vedere paragrafo 5.2).

Sesso

Nello studio FLAGS non sono state riscontrate differenze clinicamente rilevanti nella sicurezza tra pazienti di sesso maschile (N=382) e pazienti di sesso femminile (N=139).

Pubblicità

Pazienti con insufficienza renale (vedere paragrafì 4.2, 4.3, 4.4, e 5.2)

Il confronto tra 218 pazienti con insufficienza renale lieve al basale (CrCl da 51 a 80 ml/min) e 297 pazienti con funzionalità renale normale al basale (CrCl > 80 ml/min) trattati con Teysuno in associazione con cisplatino nello studio FLAGS, ha mostrato che non c’erano differenze clinicamente significative nella sicurezza tra i pazienti con insufficienza renale lieve ed i pazienti con normale funzionalità renale.

In uno studio condotto in pazienti con insufficienza renale, le reazioni avverse più comuni riferite per tutti i cicli in tutte le coorti sono stati diarrea (57,6%), nausea (42,4%), vomito (36,4%), stanchezza (33,3%) e anemia (24,2%). In questo studio 7 pazienti con insufficienza renale moderata sono stati trattati con Teysuno 20 mg/m2 due volte al giorno, mentre 7 pazienti con insufficienza renale severa hanno ricevuto Teysuno 20 mg/m2 una volta al giorno. Non sono state osservate tossicità dose limitanti nel Ciclo 1 nei pazienti con insufficienza renale moderata o severa. L’incidenza di patologie del sistema circolatorio e linfatico come reazioni avverse osservate in tutti i cicli nei pazienti con insufficienza renale moderata e severa erano 28,6% e 44,4% rispettivamente. La dose per un paziente nella coorte con patologia severa è stata ridotta a 13,2 mg/m2 una volta al giorno all’inizio del Ciclo 12 a causa di una reazione avversa (diarrea di grado 2) nel Ciclo 11.

Popolazione pediatrica

Non sono stati effettuati studi con Teysuno da solo o in associazione con cisplatino in pazienti in età pediatrica.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione riportato nell’Allegato V

.

Teysuno 15 mg/4,35 mg/11,8 mg capsule rigide: avvertenze per l’uso

Grave soppressione del midollo osseo (leucopenia, neutropenia o trombocitopenia gravi; vedere paragrafo 4.2, Tabella 5).

Pazienti con insufficienza renale terminale che richiede dialisi.

Pubblicità

Somministrazione contemporanea di altre fluoropirimidine con Teysuno.

Trattamento recente o concomitante con brivudina (vedere paragrafì 4.4 e 4.5 per le ìnterazìonì farmacologìche).

Controindicazioni per il cisplatino; consultare l’RCP del cisplatino.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

Pubblicità

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.