Home Schede Tecniche Chemitrim: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Chemitrim: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Chemitrim

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Chemitrim: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Chemitrim: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

CHEMITRIM

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Chemitrim Capsule

Una capsula contiene

Principi attivi : trimethoprim mg 80; sulfametossazolo mg 400

Chemitrim Forte Compresse

Una compressa contiene:

Principi attivi: trimethoprim mg 160; sulfametossazolo mg 800

Chemitrim Sospensione U.P.

100 ml contengono:

Principio attivo: trimethoprim g 0,80; sulfametossazolo g 4,00

Per gli eccipienti, vedere sezione 6.1.

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Capsule rigide. Compresse. Sospensione orale.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Infezioni da germi sensibili ed in particolare:

infezioni delle vie respiratorie: otite media, sinusite, bronchite acuta, polmonite (anche dovuta a Pneumocystis carinii), riacutizzazione in corso di bronchite cronica o di bronchiectasie.

Infezioni renali e delle vie urinarie: pielite, cistite, prostatite, uretrite, riacutizzazioni in corso di infezioni croniche delle vie urinarie. Infezioni dell’apparato genitale compresa l’uretrite gonococcica.

Infezioni dell’apparato digerente: infezioni da Shigella, infezioni da Salmonella, tifo e paratifo ed altre enteriti da germi sensibili.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

CHEMITRIM capsule e CHEMITRIM Forte compresse: Adulti e bambini sopra i 12 anni: 1-2 capsule o ½-1 compressa due volte al giomo. Nel caso di infezioni particolarmente gravi la posologia può essere portata a 2 capsule o 1 compressa tre volte al giomo.

CHEMITRIM Sospensione :

1 misurino da 5 ml contiene: 40 mg di trimethoprim e 200 mg di sulfametossazolo.

Bambini sotto i 2 anni: ½ misurino due volte al giomo

Bambini da 2 a 5 anni: ½-1 misurino due volte al giomo.

Bambini sopra i 5 anni: 1-2 misurini due volte al giomo.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità già nota verso i sulfamidici e/o il trimethoprim. Insufficienza renale grave con iperazotemia; grave insufficienza epatica; discrasie ematiche. Bambini al di sotto dei due mesi d’età. Durante la gravidanza e l’allattamento, poiché le sulfonamidi attraversano la placenta e sono escrete nel latte e possono causare ittero nucleare. Insufficienza di glucosio-6-fosfato-deidrogenasi.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Qualora dovessero comparire esantemi, il trattamento con Chemitrim dovrà essere immediatamente sospeso. Alterazioni asintomatiche del metabolismo dei folati, peraltro reversibili con acido folinico, sono possibili anche se improbabili. Durante un trattamento prolungato con Chemitrim è consigliabile controllare regolarmente la formula ematica e le urine.

Nella primissima infanzia e nei pazienti anziani il prodotto deve essere usato soltanto in caso di effettiva necessità sotto il diretto controllo del medico. Poiché sono stati descritti in seguito all’uso del prodotto casi talora anche mortali di sindrome di Stevens-Johnson (eritema essudativo multiforme), i pazienti trattati devono essere tenuti in stretta osservazione; nel caso in cui durante il trattamento compaia un’eruzione cutanea, lo stesso deve essere immediatamente sospeso. Particolare cautela deve essere posta nella terapia di pazienti con insufficienza renale o epatica ed in quelli con carenza di folati o affetti da gravi allergie. Durante il trattamento, specie se protratto, sono da raccomandarsi periodici controlli della funzionalità epatica, renale e della crasi ematica. Il prodotto non deve essere usato in caso di infezioni sostenute da streptococco b-emolitico di gruppo A (faringiti ed altre).

TENERE FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

E’ stato segnalato un prolungamento del tempo di protrombina causato da Chemitrim in pazienti sotto trattamento con warfarina. Questa interazione va quindi tenuta presente quando il Chemitrim è prescritto a pazienti già sotto terapia anticoagulante; inoltre i valori dei parametri di emocoagulazione vanno ricontrollati.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Nello stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodotto deve essere usato soltanto in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Il prodotto non interferisce sulla capacità di guidare e sull’uso di macchine.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Reazioni allergiche: prurito, eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson, sindrome di Lyell, eruzioni cutanee e mucose generalizzate, orticaria, dermatite esfoliativa, fotosensibilizzazione, reazioni anafilattiche. Può manifestarsi allergia crociata con altri sulfamidici.

Reazioni a carico dell’apparato digerente: stomatite, nausea, vomito, diarrea, dolori addominali, ittero, epatite, necrosi epatocellulare, colite pseudomembranosa, pancreatite.

Reazioni del SNC: cefalea, neuropatie periferiche, depressione, convulsioni, atassia, allucinazioni, tinnito, vertigini, insonnia, astenia.

Discrasie ematiche: agranulocitosi, anemia aplastica, anemia megaloblastica, trombocitopenia, leucopenia, anemia emolitica. Porpora, ipoprotrombinemia, metaemoglobinemia, alterazioni del metabolismo dei folati, albuminuria, cristalluria, ematuria.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Si manifesta con comparsa di cristalli nelle urine, oliguria o anuria, nausea, vomito, diarrea, cefalea, vertigine. In caso di intossicazione, a seconda dei sintomi bisogna prevedere: lavanda gastrica, adeguato apporto di liquidi per accelerare l’eliminazione renale, emodialisi, controllo della formula ematica e, in caso di una sua alterazione, somministrazione di 5-12 mg di folinato di calcio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Chemitrim rappresenta l’esempio più interessante di sinergismo con potenziamento tra due sostanze. L’associazione conduce ad una azione farmacologica superiore a quella esercitata individualmente dai singoli componenti, dato che questi agiscono su due tappe diverse, consecutive del metabolismo batterico. Come tutte le sostanze ad azione sulfamidica, anche il sulfametossazolo (SMZ) compete con l’assunzione di acido p-aminobenzoico da parte dei batteri, inibendo così la sintesi dell’acido folico. Poiché le cellule dei mammiferi utilizzano l’acido folico preformato di origine alimentare, il SMZ, intervenendo in un processo esclusivamente batterico, non risulta lesivo per la cellula umana. Il trimethoprim (TM) agisce su una tappa enzimatica successiva, bloccando la diidrofolato-reduttasi e potenziando così l’effetto della precedente inibizione. L’affinità del TM per l’enzima dei batteri è almeno 10.000 volte superiore a quella per l’enzima delle cellule umane; la sua azione di blocco è perciò selettiva. In conseguenza del doppio blocco sequenziale operato dalle due sostanze, il risultato della loro associazione risulta sinergico, con effetto battericida. Alle concentrazioni raggiunte sia a livello ematico che tissutale Chemitrim si dimostra attivo nei confronti di numerosi germi Gram-positivi e Gram-negativi. Tra gli organismi più sensibili sono lo Staphylococcus aureus (compresi i ceppi produttori di b-lattamasi) e alcuni Streptococchi (nelle infezioni dovute a Streptococco b-emolitico del gruppo A l’attività del Chemitrim è risultata insufficiente), l’Escherichia coli, l’Haemophilus influenzae, il Proteus spp., la Neisseria gonorrhoeae, la Neisseria meningitidis, la Klebsiella, l’Aerobacter, la Salmonella, la Shigella e il Vibrione del colera. Chemitrim è attivo anche contro alcuni protozoi, Pneumocystis carinii, Toxoplasma gondii, Plasmodium.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

I due componenti del Chemitrim presentano assorbimento e cinetica ematica sovrapponibili in modo soddisfacente. Entrambi i farmaci molto rapidamente vengono assorbiti a livello intestinale e si distribuiscono nei tessuti, diffondendo nell’espettorato, nella saliva, nelle secrezioni tracheobronchiali, nell’umor acqueo, nella bile, nel liquido cefalo-rachidiano, nel secreto vaginale, nel liquido sinoviale ed in quello prostatico. Il TM e il SMZ presentano una emivita plasmatica di circa 12 ore e vengono eliminati per via urinaria in quantità elevata (50% nelle 24 ore).

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

La DL50 dell’associazione dei principi attivi (TM+SMZ) è di 3 g/kg per via orale nel topo e > 1 g/kg nei cani.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Chemitrim Capsule

Eccipienti: talco; magnesio stearato.

Chemitrim Forte Compresse

Eccipienti: amido di mais; polivinilpirrolidone; sodio diottilsolfosuccinato; sodio amido glicolato; magnesio stearato.

Chemitrim Sospensione U.P.

Eccipienti: saccarosio; saccarina; sodio alginato; glicerina; alcool etilico; metilep-idrossibenzoato; etile p-idrossibenzoato; propilep-idrossibenzoato; vaniglia (estr. idroalcolico); anetolo; acqua depurata.

06.2 Incompatibilità

Indice

Vedere interazioni medicamentose 4.5.

06.3 Periodo di validità

Indice

Capsule, Forte compresse e sospensione orale: 5 anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Nessuna.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Chemitrim Capsule: Astuccio di cartone contenente 2 blisters da 10 capsule.

Chemitrim Forte Compresse: Astuccio di cartone contenente 2 blisters da 10 compresse.

Chemitrim Sciroppo: Astuccio di cartone contenente 1 flacone di vetro da 100 ml.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Nessuna in particolare.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

BIOMEDICA FOSCAMA Industria Chimico-Farmaceutica S.p.A.

Via Morolense 87, 03013 Ferentino (FR)

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

20 Capsule ad. – AIC n. 022269017

Forte 20 compresse – AIC n. 022269031

Sospensione 100 ml – AIC n. 022269056

Sospensione 60 ml – AIC n. 022269043

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Rinnovo: 01.06.2000

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Maggio 2001

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

    Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983