Home Schede Tecniche Nitroglicerina PheT: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Nitroglicerina PheT: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Nitroglicerina PheT

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Nitroglicerina PheT: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Nitroglicerina PheT: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

Nitroglicerina PH&T 5 mg/ml concentrato per soluzione per infusione Nitroglicerina PH&T 50 mg/50 ml concentrato per soluzione per infusione

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Nitroglicerina- PH&T 5 mg/ml concentrato per soluzione per infusione

Una fiala da 1 ml contiene: Principio attivo Nitroglicerina 5 mg

Nitroglicerina- PH&T 50 mg/50 ml concentrato per soluzione per infusione

Un flacone da 50 ml contiene: Principio attivo

Nitroglicerina 50 mg

Per gli eccipienti v. par. 6.1

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Concentrato per soluzione per infusione

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Angina instabile, angina variante, angina di Prinzmetal. Insufficienza ventricolare sinistra acuta susseguente o meno ad infarto miocardico acuto in particolare con elevata pressione di riempimento e con gettata cardiaca ridotta. Edema polmonare acuto e pre-edema polmonare. Crisi ipertensiva.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Posologia

La posologia va stabilita secondo le necessità individuali del singolo paziente e secondo la risposta dei parametri da monitorare. Secondo l’esperienza riportata, il dosaggio è compreso tra 0,5 – 6 mg/ora di nitroglicerina per infusione continua.

Questi dosaggi raramente richiedono di essere superati, arrivando fino a 6 mg/ora.

Modo di somministrazione

La soluzione per infusione viene preparata diluendo opportunamente la nitroglicerina delle quattro formulazioni secondo le tabelle sotto riportate ed infusa con dispositivo automatico oppure goccia a goccia secondo le indicazioni della tabella di infusione. Per quanto riguarda le possibili incompatibilità e per le istruzioni sulla diluizione del medicinale prima della somministrazione, vedere paragrafi 6.2 e 6.6.

Tabella di diluizione per fiale da 5 mg/ml

Numero fiale (Quantità totale di p.a. nitroglicerina)1 (5 mg)2 (10 mg)3 (15 mg)4 (20 mg)
Volume totale1 ml2 ml3 ml4 ml
Volume di soluzione da aggiungere (ml)Diluizione p/v
1:1050100150200
1:20100200300400
1:40200400600800
Volume totale della soluzione pronta (ml)Diluizione p/v (conc. finale di nitroglicerina)
1:10 (0,1 mg/ml)51102153204
1:20 (0,05 mg/ml)101202303404
1:40 (0,02 mg/ml)201402603804

Tabella di diluizione per flaconi da 50 mg/50 ml

Numero flaconi (Quantità totale di p.a. nitroglicerina)1 (50 mg)2 (100 mg)3 (150 mg)
Volume totale50 ml100 ml150 ml
Volume di soluzione da aggiungere (ml)Diluizione p/v
1:1050010001500
1:20100020003000
Volume totale della soluzione pronta (ml)Diluizione p/v (conc. finale di nitroglicerina)
1:10 (0,1 mg/ml)55011001650
1:20 (0,05 mg/ml)105021003150

Tabella di infusione per fiale da 5 mg/ml, e flacone da

50 mg/50 ml

QuantitàDiluizione p/v
desiderata1:101:201:40
di NTGVelocità di infusione
per oraml/hgtt/minml/hgtt/minml/hgtt/min
0.50 mg5.50210.503-420.506-7
0.75 mg8.25315.75530.7510
1.00 mg11.003-421.00741.0013-14
1.25 mg13.754-526.258-951.2517
1.50 mg16.505-631.5010-1161.5020-21
2.00 mg22.006-742.001482.0026-27
2.50 mg27.50952.5017102.5034
3.00 mg33.001163.0021123.0041
3.50 mg38.501373.5024-25143.5047-48
4.00 mg44.0012-1384.0028164.0053
4.50 mg49.5014-1594.5031-32184.5059-60
5.00 mg55.0018105.0035205.0068
5.50 mg60.5020115.5038-39225.5074-75
6.00 mg66.0022126.0042246.0082

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità alla nitroglicerina, ai nitrati organici in genere o ad uno qualsiasi degli eccipienti, glaucoma ad angolo chiuso, insufficienza circolatoria acuta (shock cardiogeno, collasso cardiocircolatorio), ipotensione arteriosa sistemica (pressione sistolica inferiore a 100 mmHg, pressione diastolica inferiore a 60mmHg), pericardite costrittiva, tamponamento cardiaco, cardiomiopatia restrittiva, infarto miocardico acuto con bassa pressione di riempimento, eccetto che nei reparti di terapia intensiva sotto monitoraggio emodinamico continuo.

Il sildenafil potenzia gli effetti ipotensivi dei nitrati e, pertanto, la sua co- somministrazione con nitrati organici è controindicata (vedere paragrafo 4.5 "Interazìonì")

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Il trattamento con nitroglicerina per infusione, va effettuato esclusivamente in ambiente ospedaliero sorvegliando la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e lo stato clinico dei pazienti.

Nei pazienti gravi monitorare la pressione venosa centrale e/o la pressione polmonare e la portata cardiaca e tenere sotto controllo elettrocardiografico.

Va usata estrema cautela:

in pazienti con traumi cranici e con emorragia cerebrale;

in caso di infarto miocardico acuto associato a ipertensione e/o tachicardia e/o insufficienza cardiaca congestizia;

ipovolemia;

ipotensione posturale;

ipertiroidismo

Al fine di evitare la possibile comparsa di episodi anginosi, il trattamento deve essere sospeso gradualmente.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

L’etanolo può bloccare i processi metabolici con conseguente esaltazione dell’attività della nitroglicerina. I vasodilatatori, gli antiipertensivi ed i diuretici possono potenziare l’effetto ipotensivo della nitroglicerina. L’indometacina può inibire la vasodilatazione periferica probabilmente attraverso un meccanismo di inibizione della sintesi delle prostaglandine.

La co-somministrazione di sildenafil potenzia l’effetto ipotensivo dei nitrati organici (vedere paragrafo 4.3 "Controìndìcazìonì"). Non è noto l’intervallo di tempo dopo il quale i nitrati possano essere somministrati con sicurezza in seguito alla somministrazione di sildenafil.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Durante i primi tre mesi di gravidanza e durante l’allattamento il farmaco va somministrato solo nei casi di effettiva necessità sotto il diretto controllo del medico.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Il farmaco può causare l’attenuazione delle capacità di reazione.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Una cefalea, anche grave e persistente causata da vasodilatazione cerebrale, può insorgere immediatamente dopo la somministrazione di nitroglicerina.

Vertigine, confusione, debolezza, aumento della frequenza cardiaca ed altre manifestazioni di ipotensione, come nausea, vomito, diaforesi, pallore e lipotimia

sono legati in genere ad un sovradosaggio del farmaco. Solo raramente la nitroglicerina può invece indurre bradicardia e segni di ipervagotonia.

Inoltre, in pazienti in terapia con nitrati, è possibile l’insorgere di arrossamento cutaneo e dermatite esfoliativa.

Sono stati segnalati rari casi di metaemoglobinemia rapidamente reversibile riducendo la velocità di infusione e somministrando blu di metilene.

Gli effetti indesiderati come vampate, cefalea e ipotensione posturale possono costituire un limite alla terapia, specialmente nelle fasi iniziali o quando l’angina è grave o quando i pazienti sono ipersensibili agli effetti dei nitrati. La cefalea in genere scompare durante il trattamento.

Gli eventi avversi riportati sono elencati di seguito, per classe di apparato. Disturbi del sangue e del sistema linfatico

Rari: metaemoglobinemia Disturbi del sistema nervoso

vertigini, cefalea Disturbi dell’occhio

visione confusa Disturbi cardiaci

tachicardia, palpitazioni, bradicardia paradossa, sincope Disturbi vascolari

ipotensione posturale Disturbi gastrointestinali

nausea, disturbi digestivi Disturbi cutanei e sottocutanei

rash

Disturbi generali ed alterazioni del sito di somministrazione

Disturbi generali: vampate di calore con eritema, debolezza, sudorazioni

Molto rari: cianosi

Alterazione del sito di somministrazione

Bruciore, eritema

La metaemoglobinemia è stata associata a trattamenti prolungati o con dosaggi elevati.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Un sovradosaggio accidentale di nitroglicerina può causare ipotensione grave e tachicardia riflessa che possono essere trattate diminuendo o sospendendo temporaneamente l’infusione fino a quando la condizione del paziente si è stabilizzata. Poichè la durata degli effetti emodinamici conseguenti la somministrazione di nitroglicerina è abbastanza breve, non si richiedono solitamente misure correttive addizionali. Tuttavia se viene indicata un’ulteriore terapia, dovrebbe essere considerata la somministrazione di agonisti alfa- adrenergici intravenosi (p.e. metossamina o fenilefrina).

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

ATC: C01DA02 – Vasodilatatori usati nelle malattie cardiache; Nitrati organici Nitroglicerina iniettabile è una preparazione farmaceutica di nitroglicerina, destinata alla somministrazione per infusione lenta.

La ben nota utilità della nitroglicerina nella terapia della cardiopatia coronarica e nell’angina pectoris è dovuta all’attività miolitica vasale con effetto vasodilatatore diretto sistemico, particolarmente efficace a livello venoso. La vasodilatazione delle grosse vene afferenti al cuore determina una riduzione dell’elevata pressione di riempimento e del volume telediastolico del ventricolo sinistro (riduzione del precarico) e dello stress di parete, mentre la vasodilatazione arteriosa causa una diminuzione del postcarico.

La riduzione del consumo di ossigeno che risulta dal complesso degli effetti farmacodinamici descritti è accompagnata dal miglioramento della perfusione miocardica che risulta dall’azione antispastica sui rami epicardici coronarici e dalla ridistribuzione del flusso a favore degli strati subepicardici del muscolo cardiaco.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

La cinetica della nitroglicerina è complessa con una notevole variabilità inter-e intra-individuale. Il farmaco è soggetto da una rapida ed elevata clearance presistemica, possiede un elevato volume di distribuzione, si concentra nelle pareti dei vasi sanguigni, mostra significative differenze nella concentrazione arteriovenosa, è idrolizzato “in vivo” nel plasma e fornisce allo steady-state concentrazioni variabili.

Il volume di distribuzione è 3,3 ± 1,2 l/kg. L’emivita plasmatica è di 1-3 minuti ma più precisamente tale valore rappresenta la fase a della distribuzione.

La clearance plasmatica ottenuta dopo una infusione prolungata è di

230 ± 9 ml.min-1.kg-1. Il legame con le proteine è del 60%. La nitroglicerina è metabolizzata per idrolisi a 1,3 e 1,2 gliceril dinitrato e successivamente a gliceril- 1-monoidrato. I vari metaboliti sono poi glucuronizzati con acido glucuronico ed escreti nell’urina e nella bile.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Tossicità acuta. La DL50 della nitroglicerina per via endovenosa nel ratto è pari a 24 mg/kg e nel topo a 17 mg/kg

Tollerabilità per infusione lenta: nel cane alla dose di 1 e 3 mg/h per 5 ore, per la durata di 14 giorni, la nitroglicerina non ha determinato variazioni dei parametri biochimici, ematologici e urinari né alterazioni istologiche dei principali organi.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Nitroglicerina PH&T 5 mg/ml: etanolo, glicole propilenico

Nitroglicerina PH&T 50 mg/50 ml: glicole propilenico, destrosio, acqua per preparazioni iniettabili

06.2 Incompatibilità

Indice

La nitroglicerina tende rapidamente a migrare in molti materiali plastici. La diluizione di Nitroglicerina iniettabile per ottenere la soluzione per infusione va effettuata esclusivamente in contenitori per fleboclisi in vetro.

La nitroglicerina contenuta nella soluzione finale per infusione può venire assorbita dal PVC costituente i normali diffusori, in quantità pari al 40-80% del totale, con una velocità di assorbimento inversamente proporzionale alla velocità di infusione. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare tubicini di polietilene in cui si verificano perdite molto ridotte della nitroglicerina.

06.3 Periodo di validità

Indice

Nitroglicerina PH&T 5 mg/ml: 5 anni

Nitroglicerina PH&T 50 mg/50 ml: 2 anni

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Nessuna particolare condizione di conservazione

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Nitroglicerina PH&T 5 mg/ml: 10 fiale di vetro ambrato da 1 ml poste in vaschette in PVC e inserite unitamente al foglio illustrativo in scatola di cartone.

Nitroglicerina PH&T 50 mg/50 ml: 5 flaconi in vetro bianco da 50 ml posti in cartone ondulato protettivo e inseriti unitamente al foglio illustrativo in scatola di cartone.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

La Nitroglicerina iniettabile va sempre diluita prima dell’infusione. Le diluizioni utilizzate, riportate al punto 4.2, vanno effettuate in contenitori per fleboclisi in vetro utilizzando deflussori in polietilene.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

PH&T S.p.A. – Via Marostica, 1 – 20146 Milano

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

mg/ml concentrato per soluzione per infusione – 10 fiale: 033714015

Nitroglicerina PH&T50 mg/50 ml concentrato per soluzione per infusione – 5 flaconi: 033714041

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Nitroglicerina PH&T 5 mg/ml concentrato per soluzione per infusione – 10 fiale: 15/7/1999

Nitroglicerina PH&T 50 mg/50 ml concentrato per soluzione per infusione – 5 flaconi: 15/7/1999

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Gennaio 2013

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983