Pubblicita'

Carvedilolo Aristo Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L’UTILIZZATORE

Carvedilolo Aristo 3,125 mg/-6,25 mg/-12,5 mg/-25 mg/-50 mg compresse Principio attivo: Carvedilolo 3,125 mg, 6,25 mg, 12,5 mg 25 mg e 50 mg Medicinale equivalente

Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto per lei personalmente. Non lo dia mai ad altri. Infatti, per altre persone questo medicinale potrebbe essere pericoloso, anche se i loro sintomi sono uguali ai suoi.
  • Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati peggiora, o se nota la comparsa di un qualsiasi effetto

    indesiderato non elencato in questo foglio, informi il medico o il farmacista.

    Contenuto di questo foglio:

    1. Che cos’è Carvedilolo Aristo e a che cosa serve
    2. Prima di prendere Carvedilolo Aristo
    3. Come prendere Carvedilolo Aristo
    4. Possibili effetti indesiderati
    5. Come conservare Carvedilolo Aristo
    6. Altre informazioni

    1. CHE COS’È CARVEDILOLO ARISTO E A CHE COSA SERVE

      Carvedilolo Aristo è usato per trattare:

  • pressione alta;
  • angina pectoris, un disturbo caratterizzato da dolore toracico;
  • insufficienza cardiaca.

    Carvedilolo Aristo appartiene a un gruppo di medicinali chiamati beta-bloccanti.

    1. PRIMA DI PRENDERE CARVEDILOLO ARISTO

      Non prenda Carvedilolo Aristo se soffre di uno dei seguenti disturbi:

  • allergia (ipersensibilità) al carvedilolo o a uno qualsiasi degli eccipienti (vedere il paragrafo 6 alla fine del presente foglio illustrativo);
  • grave insufficienza cardiaca, che richiede la somministrazione di specifici medicinali per via

    endovenosa allo scopo di agevolare il funzionamento del cuore;

  • asma;
  • restringimento delle vie aeree ed affanno causati da pneumopatia cronica ostruttiva (COPD) grave;
  • gravi disturbi della funzionalità epatica;
  • alcuni disturbi della conduzione cardiaca, noti come

    • sindrome del nodo del seno
    • blocco seno-atriale
    • blocco atrio-ventricolare (AV) di 2° e 3° grado;
  • frequenza cardiaca inferiore ai 50 battiti al minuto;
  • insufficienza cardiaca che provoca uno stato simile allo shock (shock cardiogeno);
  • pressione sistolica inferiore a 85 mmHg (questo è il primo valore che si ottiene misurando la pressione sanguigna);
  • un eccesso di acido nel sangue, dovuto a un disturbo metabolico (acidosi metabolica);
  • se è in trattamento con verapamil o con diltiazem somministrati per via endovenosa (vedere il paragrafo 2, “Assunzione di Carvedilolo Aristo con altri medicinali”).

    Faccia attenzione con Carvedilolo Aristo nei seguenti casi:

  • se presenta i seguenti disturbi/condizioni: o grave insufficienza cardiaca; o carenza di sali o idrica;

    • età superiore a 65 anni;
    • pressione bassa prima del trattamento.

      Se una qualsiasi delle condizioni sopra elencate la riguarda, il suo medico la terrà sotto osservazione per 2 ore all’inizio del trattamento o al momento di un aumento di dosaggio.

  • se è in trattamento per insufficienza cardiaca e soffre di:

    • pressione sistolica inferiore a 100 mmHG (questo è il primo valore che si ottiene misurando la pressione sanguigna);
    • ridotto afflusso di sangue al cuore;
    • indurimento e restringimento generalizzato delle arterie;
    • funzionalità renale ridotta.

      In questi casi il suo medico terrà sotto osservazione la sua funzionalità renale all’atto di ogni aumento di dosaggio.

  • se soffre di diabete.

    Carvedilolo Aristo potrebbe mascherare i segni, quali accelerazione del battito cardiaco, tremore e sudorazione, che possono presagire una possibile ipoglicemia;

  • se soffre di lievi disturbi respiratori con restringimento delle vie aeree che non richiedono un

    trattamento medico;

  • se soffre di ipertiroidismo: Carvedilolo Aristo potrebbe mascherare i segni di iperattività (come tremore e accelerazione del battito cardiaco);
  • se soffre di una tendenza al rallentamento del battito cardiaco: Carvedilolo Aristo potrebbe

    rallentarlo ulteriormente. Se il suo battito cardiaco scende sotto 55 battiti al minuto, il suo medico curante ridurrà probabilmente il dosaggio di carvedilolo;

  • se soffre di un lieve disturbo della conduzione cardiaca noto come “blocco atrio-ventricolare di 1°

    grado”;

  • angina pectoris a insorgenza spontanea con dolore toracico (un disturbo chiamato “angina di Prinzmetal”);
  • disturbi circolatori degli arti superiori e inferiori (dita o piedi freddi);
  • sindrome di Raynaud (dita delle mani o dei piedi doloranti che diventano dapprima bluastre, poi biancastre ed infine rossastre);
  • se soffre o ha sofferto in passato di psoriasi;
  • se soffre o ha sofferto in passato di gravi allergie o se è in procinto di sottoporsi a un trattamento di desensibilizzazione: Carvedilolo Aristo potrebbe intensificare le reazioni al polline o alle altre sostanze alle quali è allergico;
  • feocromocitoma (tumore che causa improvvisi aumenti di pressione sanguigna);
  • se utilizza lenti a contatto: Carvedilolo Aristo potrebbe alterare la secrezione lacrimale, provocando secchezza degli occhi;
  • se metabolizza lentamente alcuni medicinali a causa di un deficit enzimatico;
  • se è in procinto di ricevere un’anestesia totale: informi l’anestesista che sta prendendo Carvedilolo Aristo.

    A causa dell’esperienza limitata, prenda Carvedilolo Aristo nei casi seguenti solo se il suo medico lo ritiene assolutamente necessario:

  • improvvise e ripetute variazioni della pressione;
  • pressione alta dovuta a un’altra malattia;
  • calo di pressione quando si alza;
  • infiammazione cardiaca acuta;
  • restringimento delle valvole cardiache o del tratto di deflusso, che influenza il flusso sanguigno del cuore.

    Informi il suo medico curante se una qualsiasi delle condizioni descritte al paragrafo “Faccia attenzione con Carvedilolo Aristo nei seguenti casi” la riguarda o l’ha riguardata in passato.

    Bambini e adolescenti

    A causa della mancanza/insufficienza di dati relativi alla sicurezza e all’efficacia del medicinale, Carvedilolo Aristo non è raccomandato nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni.

    Assunzione di Carvedilolo Aristo con altri medicinali

    Se sta assumendo o ha assunto di recente altri medicinali, compresi quelli acquistati senza ricetta medica, informi il suo medico curante.

    I medicinali elencati di seguito potrebbero influenzare (o essere influenzati da) Carvedilolo Aristo: (vedi lista sottostante fino a eritromicina)

  • alcuni medicinali utilizzati per il trattamento di disturbi cardiaci e pressione alta

  • medicinali usati per il trattamento della pressione alta e/o dell’ingrossamento della prostata, come

    prazosin, terazosina, doxazosin, alfuzosina, urapidil e tamsulosina. A causa della insufficienza di dati, l’uso concomitante non è raccomandato

  • medicinali usati per il trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco, come amiodarone, chinidina,

    idrochinidina, cibenzolina, flecainide, disopiramide, lidocaina, mexiletina, propafenone

  • medicinali usati per il trattamento della debolezza cardiaca, chiamati glicosidi (come digossina e digitossina)
  • barbiturici, medicinali usati per il trattamento degli attacchi epilettici o dei disturbi del sonno
  • fenotiazine, medicinali utilizzati per il trattamento dei disturbi mentali
  • particolari medicinali usati per il trattamento della depressione, chiamati

  • medicinali che dilatano i vasi sanguigni
  • nitrati, medicinali usati per trattare la malattia coronarica
  • insulina o compresse per il diabete.

    Carvedilolo Aristo potrebbe indebolire l’effetto di questi medicinali.

  • medicinali utilizzati per trattare il dolore e le infiammazioni, come ibuprofene, ketoprofene o acido acetilsalicilico
  • alcuni medicinali usati per trattare l’emicrania e la pressione bassa, come ergotamina o

    diidroergotamina

  • ciclosporina, un medicinale usato per prevenire il rigetto dopo un trapianto
  • estrogeni (ormoni femminili)
  • corticosteroidi, come il prednisone e metilprednisolone, utilizzati per esempio per ridurre le infiammazioni
  • anestetici da inalare
  • simpaticomimetici, medicinali usati per il trattamento di:

    • asma
    • naso chiuso
    • disturbi degli occhi, come un aumento della pressione oculare
    • reazioni allergiche gravi e acute
  • miorilassanti, usati per esempio durante le operazioni chirurgiche
  • rifampicina, un medicinale usato per il trattamento della tubercolosi
  • cimetidina, un medicinale per ridurre l’acidità gastrica
  • ketoconazolo, un medicinale usato per il trattamento delle infezioni fungine
  • fluoxetina, un medicinale utilizzato per il trattamento della depressione
  • aloperidolo, un medicinale usato per il trattamento dei disturbi mentali
  • eritromicina, un medicinale usato per trattare le infezioni batteriche.

    Gravidanza e allattamento

  • Gravidanza

    Prenda Carvedilolo Aristo durante la gravidanza solo se specificamente indicato dal suo medico curante, poiché questo medicinale potrebbe nuocere al feto o al neonato.

  • Allattamento

    Durante il trattamento con Carvedilolo Aristo l’allattamento al seno non è raccomandato.

    Prima di prendere qualsiasi medicinale consulti il suo medico curante o il farmacista.

    Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

    Carvedilolo Aristo potrebbe causare capogiri, affaticamento e disturbi della vista, specialmente all’inizio del trattamento o al momento di un aggiustamento di dosaggio.

    Se questo è il suo caso, si astenga dalla guida e dall’uso di macchinari.

    Informazioni importanti su alcuni eccipienti di Carvedilolo Aristo

    Se le è stata diagnosticata un’intolleranza ad alcuni zuccheri, consulti il suo medico curante prima di prendere questo medicinale.

    1. COME PRENDERE CARVEDILOLO ARISTO

      Prenda sempre Carvedilolo Aristo esattamente come le ha detto il medico. Se ha dubbi di qualsiasi genere, si rivolga al medico o al farmacista.

      3,125 mg: sono disponibili compresse contenenti una quantità maggiore di principio attivo. 6,25/12,5/25 mg: sono disponibili compresse contenenti una quantità maggiore o minore di principio attivo.

      50 mg: sono disponibili compresse contenenti una quantità minore di principio attivo. 3,125 mg:

      Trattamento della pressione alta

      Adulti

  • Dose iniziale: 4 compresse una volta al giorno per i primi 2 giorni.

    In seguito il trattamento prosegue con 8 compresse una volta al giorno.

  • Dose massima: 16 compresse una volta al giorno o 8 compresse due volte al giorno.

    Anziani

  • Dose iniziale: 4 compresse una volta al giorno.

    Questo dosaggio può essere aumentato gradualmente, a seconda delle necessità.

  • Dose massima: 16 compresse una volta al giorno o 8 compresse due volte al giorno.

    Trattamento dell’angina pectoris

  • Dose iniziale: 4 compresse due volte al giorno per i primi 2 giorni.

    In seguito il trattamento prosegue con 8 compresse due volte al giorno.

  • Dose massima: 16 compresse due volte al giorno.

    I pazienti anziani non devono superare il dosaggio massimo di 8 compresse due volte al giorno.

    Trattamento dell’insufficienza cardiaca

  • Dose iniziale: una compressa due volte al giorno.

    In funzione della risposta al trattamento, questo dosaggio può essere aumentato gradualmente dopo due o più settimane fino a 2 compresse due volte al giorno, poi a 4 compresse due volte al giorno e infine a 8 compresse due volte al giorno.

  • Dose massima: 8 compresse due volte al giorno per i pazienti di peso corporeo inferiore a 85 kg.

    La dose massima per i pazienti di peso superiore a 85 kg è pari a 16 compresse due volte al giorno.

    Il suo medico la terrà sotto stretta osservazione all’inizio del trattamento e al momento di un aumento di dosaggio.

    6,25 mg:

    Trattamento della pressione alta

    Adulti

  • Dose iniziale: 2 compresse una volta al giorno per i primi 2 giorni.

    In seguito il trattamento prosegue con 4 compresse una volta al giorno.

  • Dose massima: 8 compresse una volta al giorno o 4 compresse due volte al giorno.

    Anziani

  • Dose iniziale: 2 compresse una volta al giorno.

    Questo dosaggio può essere aumentato gradualmente, a seconda delle necessità.

  • Dose massima: 8 compresse una volta al giorno o 4 compresse due volte al giorno.

    Trattamento dell’angina pectoris

  • Dose iniziale: 2 compresse due volte al giorno per i primi 2 giorni.

    In seguito il trattamento prosegue con 4 compresse due volte al giorno.

  • Dose massima: 8 compresse due volte al giorno.

    I pazienti anziani non devono superare il dosaggio massimo di 4 compresse due volte al giorno.

    Trattamento dell’insufficienza cardiaca

  • Dose iniziale: 1/2 compressa due volte al giorno.

    In funzione della risposta al trattamento, questo dosaggio può essere aumentato gradualmente dopo due o più settimane fino a 1 compressa due volte al giorno, poi a 2 compresse due volte al giorno e infine a 4 compresse due volte al giorno.

  • Dose massima: 4 compresse due volte al giorno per i pazienti di peso corporeo inferiore a 85 kg.

    La dose massima per i pazienti di peso superiore a 85 kg è pari a 8 compresse due volte al giorno.

    Il suo medico la terrà sotto stretta osservazione all’inizio del trattamento e al momento di un aumento di dosaggio.

    12,5 mg:

    Trattamento della pressione alta

    Adulti

  • Dose iniziale: 1 compressa una volta al giorno per i primi 2 giorni.

    In seguito il trattamento prosegue con 2 compresse una volta al giorno.

  • Dose massima: 4 compresse una volta al giorno o 2 compresse due volte al giorno.

    Anziani

  • Dose iniziale: 1 compressa una volta al giorno.

    Questo dosaggio può essere aumentato gradualmente, a seconda delle necessità.

  • Dose massima: 4 compresse una volta al giorno o 2 compresse due volte al giorno.

    Trattamento dell’angina pectoris

  • Dose iniziale: 1 compressa due volte al giorno per i primi 2 giorni.

    In seguito il trattamento prosegue con 2 compresse due volte al giorno.

  • Dose massima: 4 compresse due volte al giorno.

    I pazienti anziani non devono superare il dosaggio massimo di 2 compresse due volte al giorno.

    Trattamento dell’insufficienza cardiaca

  • Dose iniziale: 3,125 mg di Carvedilolo Aristo (1) due volte al giorno.

    In funzione della risposta al trattamento, questo dosaggio può essere aumentato gradualmente dopo due o più settimane fino a 1/2 compressa due volte al giorno, poi a 1 compressa due volte al giorno e infine a 2 compresse due volte al giorno.

  • Dose massima: 2 compresse due volte al giorno per i pazienti di peso corporeo inferiore a 85 kg.

    La dose massima per i pazienti di peso superiore a 85 kg è pari a 4 compresse due volte al giorno.

    Il suo medico la terrà sotto stretta osservazione all’inizio del trattamento e al momento di un aumento di dosaggio.

    (1) Per questa posologia devono essere usate compresse contenenti una minore quantità di principio attivo.

    25 mg:

    Trattamento della pressione alta

    Adulti

  • Dose iniziale: 1/2 compressa una volta al giorno per i primi 2 giorni. In seguito il trattamento prosegue con 1 compressa una volta al giorno.

  • Dose massima: 2 compresse una volta al giorno o 1 compressa due volte al giorno.

    Anziani

  • Dose iniziale: 1/2 compressa una volta al giorno.

    Questo dosaggio può essere aumentato gradualmente, a seconda delle necessità.

  • Dose massima: 2 compresse una volta al giorno o 1 compressa due volte al giorno.

    Trattamento dell’angina pectoris

  • Dose iniziale: 1/2 compressa due volte al giorno per i primi 2 giorni. In seguito il trattamento prosegue con 1 compressa due volte al giorno.

  • Dose massima: 2 compresse due volte al giorno.

    I pazienti anziani non devono superare il dosaggio massimo di 1 compressa due volte al giorno.

    Trattamento dell’insufficienza cardiaca

  • Dose iniziale: 3,125 mg di Carvedilolo Aristo (1) due volte al giorno.

    In funzione della risposta al trattamento, questo dosaggio può essere aumentato gradualmente dopo due o più settimane fino a 6,25 mg di Carvedilolo Aristo (1) due volte al giorno, poi a 1/2 compressa due volte al giorno e infine a 1 compressa due volte al giorno.

  • Dose massima: 1 compressa due volte al giorno per i pazienti di peso corporeo inferiore a 85 kg.

    La dose massima per i pazienti di peso superiore a 85 kg è pari a 2 compresse due volte al giorno.

    Il suo medico la terrà sotto stretta osservazione all’inizio del trattamento e al momento di un aumento di dosaggio.

    (1) Per questa posologia devono essere usate compresse contenenti una minore quantità di principio attivo.

    50 mg:

    Trattamento della pressione alta

    Adulti

  • Dose iniziale: 12,5 mg di Carvedilolo Aristo (1) una volta al giorno per i primi 2 giorni. In seguito il trattamento prosegue con 1/2 compressa una volta al giorno.
  • Dose massima: 1 compressa una volta al giorno o 1/2 compressa due volte al giorno.

    Anziani

  • Dose iniziale: 12,5 mg di Carvedilolo Aristo (1) una volta al giorno.

    Questo dosaggio può essere aumentato gradualmente, a seconda delle necessità.

  • Dose massima: 1 compressa una volta al giorno o 1/2 compressa due volte al giorno.

    Trattamento dell’angina pectoris

  • Dose iniziale: 12,5 mg di Carvedilolo Aristo (1) due volte al giorno per i primi 2 giorni. In seguito il trattamento prosegue con 1/2 compressa due volte al giorno.
  • Dose massima: 1 compressa due volte al giorno.

    I pazienti anziani non devono superare il dosaggio massimo di 1/2 compressa due volte al giorno.

    Trattamento dell’insufficienza cardiaca

  • Dose iniziale: 3,125 mg di Carvedilolo Aristo (1) due volte al giorno.

    In funzione della risposta al trattamento, questo dosaggio può essere aumentato gradualmente dopo due o più settimane fino a 6,25 mg di Carvedilolo Aristo (1) due volte al giorno, poi a 12,5 mg di Carvedilolo Aristo (1) due volte al giorno e infine a 1/2 compressa due volte al giorno.

  • Dose massima: 1/2 compressa due volte al giorno per i pazienti di peso corporeo inferiore a 85 kg.

    La dose massima per i pazienti di peso superiore a 85 kg è pari a 1 compressa due volte al giorno.

    Il suo medico la terrà sotto stretta osservazione all’inizio del trattamento e al momento di un aumento di dosaggio.

    (1) Per questa posologia devono essere usate compresse contenenti una minore quantità di principio attivo.

    Insufficienza epatica non grave o insufficienza renale

    Il dosaggio viene stabilito dal medico e aggiustato su base individuale.

    Modo di somministrazione

    Prenda le compresse con un bicchiere d’acqua, in corrispondenza o meno di un pasto. Se sta assumendo Carvedilolo Aristo per trattare l’insufficienza cardiaca, è preferibile prendere le compresse in corrispondenza di un pasto.

    Istruzioni per la divisione delle compresse

    Metta la compressa su una superficie piana e rigida, con la linea di frattura rivolta verso l’alto. Prema in modo uniforme con il dito al centro della compressa fino a quando questa non si spezza in due parti.

    Durata del trattamento

    La durata del trattamento viene stabilita dal medico curante.

    Se prende più Carvedilolo Aristo di quanto dovrebbe

    Se ha preso una quantità eccessiva di Carvedilolo Aristo contatti immediatamente il suo medico o il farmacista. I sintomi di sovradosaggio sono:

  • polso eccessivamente rallentato;
  • pressione molto bassa;
  • difficoltà di respirazione;
  • insufficienza cardiaca, che potrebbe anche provocare uno stato simile allo shock;
  • arresto cardiaco;
  • riduzione del livello di coscienza e rapidi tremori corporei dovuti a convulsioni incontrollabili.

    Se dimentica di prendere Carvedilolo Aristo

    Se dimentica di prendere una dose, assuma normalmente la dose successiva quando è il momento. Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza.

    Se interrompe il trattamento con Carvedilolo Aristo

    In genere il trattamento con Carvedilolo Aristo non deve essere interrotto bruscamente.

    Come regola generale, il suo medico curante diminuirà gradualmente il dosaggio nell’arco di 2 settimane o sostituirà Carvedilolo Aristo con un altro medicinale.

    Se ha qualsiasi ulteriore dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al suo medico o al farmacista.

    1. POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI

      Come tutti i medicinali, Carvedilolo Aristo può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino.

      Gli effetti indesiderati possono manifestarsi con le frequenze descritte di seguito

      Molto comuni (interessano più di 1 paziente su 10):

  • capogiri, cefalea
  • peggioramento dello scompenso cardiaco (respiro corto, caviglie gonfie)
  • pressione bassa
  • stanchezza

    Comuni (interessano da 1 a 10 pazienti su 100):

  • bronchite, polmonite, infezioni respiratorie, infezioni urinarie
  • aumento di peso, aumento del livello di colesterolo sierico, alterazione della tolleranza al glucosio, aumento o riduzione della glicemia (nei pazienti diabetici)
  • depressione, umore depresso
  • alterazioni del visus, riduzione del flusso lacrimale (secchezza degli occhi), irritazione oculare
  • rallentamento del battito cardiaco, edema, abbassamento della pressione quando ci si alza in fretta (ipotensione ortostatica)
  • riduzione della circolazione alle estremità (dita delle mani o dei piedi fredde, claudicazione

    intermittente)

  • sindrome di Raynaud (dita delle mani o dei piedi doloranti che diventano dapprima bluastre, poi biancastre ed infine rossastre)
  • difficoltà di respirazione (dispnea), edema polmonare, peggioramento dei sintomi asmatici
  • nausea, vomito, diarrea, bruciore di stomaco, dolori di stomaco
  • dolori alle estremità, dolore generalizzato
  • riduzione della funzionalità renale, insufficienza renale, disturbi urinari.

    Non comuni (interessano da 1 a 10 pazienti su 1000):

  • disturbi del sonno
  • sensazione di svenimento, svenimento, formicolio delle estremità (parestesia)
  • blocco cardiaco, dolore al torace (angina pectoris)
  • reazioni allergiche cutanee: esantema, orticaria, prurito
  • psoriasi, reazioni cutanee simili a psoriasi
  • perdita dei capelli
  • disturbi della potenza sessuale.

    Rari (interessano da 1 a 10 pazienti su 10.000):

  • riduzione delle piastrine (può causare facilità nel procurarsi ferite o epistassi)
  • congestione nasale.

    Molto rari (interessano meno di 1 paziente su 10.000):

  • riduzione dei globuli bianchi (può causare sintomi di infezione, febbre inspiegata, mal di gola)
  • reazioni (allergiche) da ipersensibilità
  • aumento dei livelli degli enzimi epatici (ALAT, ASAT, GGT)
  • incontinenza urinaria nelle donne.

    Segnalazione degli effetti indesiderati

    Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati peggiora, o se nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo, informi il medico o il farmacista.

    Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come- segnalare-una-sospetta-reazione-avversa . Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

    1. COME CONSERVARE CARVEDILOLO ARISTO

      Tenere fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

      Non usare Carvedilolo Aristo dopo la data di scadenza, che è riportata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese.

      Conservare nella confezione/nel flacone originale.

      I medicinali non devono essere gettati nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

    2. ALTRE INFORMAZIONI Cosa contiene Carvedilolo Aristo

  • Il principio attivo è carvedilolo. Ogni compressa contiene 3,125 mg.
  • Gli eccipienti sono: lattosio monoidrato, cellulosa microcristallina, crospovidone, povidone K30, silice colloidale anidra, magnesio stearato. Agenti coloranti: ossido di ferro rosso (E172, solo nelle compresse da 3,125 mg e da 12,5 mg) e ossido di ferro giallo (E172, solo nelle compresse da 6,25 mg e da 12,5 mg).

Descrizione dell’aspetto di Carvedilolo Aristo e contenuto della confezione

3,125 mg: compresse di colore rosso chiaro, rotonde, convesse, divise in due da una linea di frattura e marcate C1.

Pubblicita'

6,25 mg: compresse di colore giallo, rotonde, convesse, divise in due da una linea di frattura e marcate C2.

12,5 mg: compresse di colore rosa scuro, rotonde, convesse, divise in due da una linea di frattura e marcate C3.

25 mg: compresse di colore bianco, rotonde, convesse, divise in due da una linea di frattura e marcate C4.

50 mg: compresse di colore bianco, rotonde, convesse, divise in due da una linea di frattura e marcate C5.

Pubblicita'

Carvedilolo Aristo è disponibile in flaconi in polietilene contenenti 28, 30, 60, 100, 250 e 500

compresse e in blister in PVC/Alluminio contenenti 14, 20, 28, 30, 50, 50×1, 56, 60, 98, 98×1 e 100 compresse.

Pubblicita'

È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e produttore Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio:

Aristo Pharma GmbH

Wallenroder Straße 8 – 10

13435 Berlino Germania

Pubblicita'

Produttori responsabili del rilascio dei lotti:Salutas Pharma GmbH Otto-Von-Guericke-Allee 1 D-39179 Barleben – Germania

Pubblicita'

Sandoz Pharmaceuticals GmbH – Carl-Zeiss-Ring 3

85737 Ismaning Germany con sito produttivo a: Dieselstrasse, 5 70839 Gerlingen – Germania

Questo foglio illustrativo è stato approvato per l’ultima volta nel .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: